AnziBesson | La Storia
934
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-934,page-child,parent-pageid-943,ajax_fade,page_not_loaded,,vss_responsive_adv,vss_width_768,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-14.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive

La Storia

LA STORIA

LE ORIGINI

Augusto Besson nei primi anni ’50, dopo aver ottenuto ottimi risultati a livello nazionale, è uno dei primi maestri di sci di Sauze d’Oulx, uno dei primi che crede nella grande avventura del turismo invernale, tanto da aprire, con la moglie Benedetta, il primo storico negozio di articoli sportivi che ancora oggi si trova in piazza Assietta.

 

Il figlio Giuliano Besson, nato nel 1950, è uno dei grandi campioni di sci che fanno nascere il mito della Valanga Azzurra dei primi anni ‘70. È un ottimo discesista insieme all’amico Stefano Anzi. I due campioni sono così amici da arrivare secondi al centesimo di secondo nella gara più prestigiosa del mondo a Kitzbuhel nel 1974.

La Valanga Azzurra è la leggenda dello sci azzurro che ha fatto sognare gli italiani. Il grande fenomeno italiano, uno dei momenti più belli nella nostra storia dello sci.

1975.  Stefano Anzi e Giuliano Besson abbandonano la carriera sciistica per intraprendere un’altra sfida importante: vestire gli appassionati dello sci.

1976. Nasce così AnziBesson

La linea di abbigliamento destinata a cambiare il modo di vestire sulla neve sia per la scelta dei tessuti che per le loro applicazioni. Erano i tempi delle “giacche a vento” blu o rosse, e Besson con gli slogan “Discesa libera” esce con le prime collezioni colorate, stampate e innovative nel design e nell’immagine.
Ben presto l’azienda diventa un punto di riferimento nel settore dell’abbigliamento sportivo, in ambito nazionale ed internazionale.

1976. Nasce così AnziBesson

La linea di abbigliamento destinata a cambiare il modo di vestire sulla neve sia per la scelta dei tessuti che per le loro applicazioni. Erano i tempi delle “giacche a vento” blu o rosse, e Besson con gli slogan “Discesa libera” esce con le prime collezioni colorate, stampate e innovative nel design e nell’immagine.
Ben presto l’azienda diventa un punto di riferimento nel settore dell’abbigliamento sportivo, in ambito nazionale ed internazionale.

LA GIACCA ICONICA.  Negli anni ‘80 AnziBesson realizzò una giacca che divenne il suo masterpiece. La prima giacca in assoluto ad essere reversibile e ad avere le maniche removibili. Il capo ideato dal marchio italiano era l’unico e il solo ad avere queste caratteristiche, che lo hanno reso iconico e unico.

1976

AnziBesson-logo-2006

2006

AnziBesson-logo-oggi

OGGI

OGGI.   AnziBesson continua a innovarsi per proporre sempre prodotti di altissima qualità e prestazione, tanto da essere un punto di riferimento per molte nazioni europee, che ormai da anni acquistano capi AnziBesson. L’azienda, come dal principio, viene tramandata da padre in figlio. Giuliano Besson, infatti, trasmette la sua passione ai figli Nicolò, Daniele e Giorgia, con i quali ora porta avanti tutte le attività aziendali.

Qualità e performance.

Il marchio AnziBesson diventa sinonimo di successo: abbraccia diversi target di clientela, fino a ritornare sull’agonismo a fine anni ‘90 con le forniture tecniche per le squadre nazionali francese, austriaca e russa. In particolare, con la fornitura ai Mondiali di Sci di Sestriere, che segna l’inizio della linea “team wear”, dal 1997 AnziBesson diventa fornitore ufficiale delle nazionali di sci di Austria, Francia, Russia, Grecia e Bulgaria.

Qualità e performance.

Il marchio AnziBesson diventa sinonimo di successo: abbraccia diversi target di clientela, fino a ritornare sull’agonismo a fine anni ‘90 con le forniture tecniche per le squadre nazionali francese, austriaca e russa. In particolare, con la fornitura ai Mondiali di Sci di Sestriere, che segna l’inizio della linea “team wear”, dal 1997 AnziBesson diventa fornitore ufficiale delle nazionali di sci di Austria, Francia, Russia, Grecia e Bulgaria.

Già quando partecipavo alle competizioni mi occupavo, in qualità di atleta, dello studio dei materiali. Scelta la strada dell’abbigliamento da gara, fin dagli inizi abbiamo scelto di sottoporre i nostri tessuti a prove di resistenza con i test più avanzati: prima fra tutti la galleria del vento, in collaborazione con un’azienda all’avanguardia come Pininfarina.

GIULIANO BESSON

Già quando partecipavo alle competizioni mi occupavo, in qualità di atleta, dello studio dei materiali. Scelta la strada dell’abbigliamento da gara, fin dagli inizi abbiamo scelto di sottoporre i nostri tessuti a prove di resistenza con i test più avanzati: prima fra tutti la galleria del vento, in collaborazione con un’azienda all’avanguardia come Pininfarina.

GIULIANO BESSON

CATALOGHI STORICI

Olimpiadi Torino 2006

Le Olimpiadi invernali del 2006 hanno cambiato per sempre Torino. Anche Besson fu in gara, vestendo gli atleti e salendo sul podio con il suo marchio con gli austriaci, i francesi e altri campioni.

Back to the Future

Con una storia gloriosa alle spalle, oggi AnziBesson si presenta sul mercato più competitivo che mai, pronto a essere presente ogni giorno in tutte le necessità e le richieste degli appassionati di vita.

I brevetti

La sua alta competenza sul campo permette ad AnziBesson di progettare i migliori tessuti e le migliori membrane, in termini di idrorepellenza, traspirabilità, leggerezza ed elasticità. Prestazione, protezione e sicurezza sono gli obiettivi principali dell’azienda.

Back to the Future

Con una storia gloriosa alle spalle, oggi AnziBesson si presenta sul mercato più competitivo che mai, pronto a essere presente ogni giorno in tutte le necessità e le richieste degli appassionati di vita.