AnziBesson | Olimpiadi Torino 2006
1462
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-1462,ajax_fade,page_not_loaded,,vss_responsive_adv,vss_width_768,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-14.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive

Olimpiadi Torino 2006

OLIMPIADI TORINO 2006

Le Olimpiadi invernali del 2006 hanno cambiato per sempre Torino. Professionisti di tutto il mondo si riunirono per partecipare a questi giochi e AnziBesson stava per ospitare “in casa propria”, sulle montagne che l’hanno visto crescere come uomo e come campione, l’evento più importante dello sport.
Anche Besson gareggiò, vestendo gli atleti e salendo sul podio con il suo marchio con gli austriaci, guidati da Hermann Maier e Benjamin Raich, i francesi, con il campione olimpico uscente dello slalom Jean Pierre Vidal, e altri campioni.

È come se tanti anni di lavoro, di ricerca, di sperimentazione e di perfezionamento venissero premiati in un colpo solo.

 

Un intero podio olimpico targato AnziBesson!

Un intero podio olimpico targato AnziBesson

Della stagione trionfale di Benjamin Raich, conclusa con la conquista della Coppa del Mondo, AnziBesson porterà per sempre con sè l’immagine del trionfo in slalom alle Olimpiadi di Torino 2006. Quel giorno, sul podio della gara olimpica delle porte strette, insieme al campione della Piztal sono saliti non soltanto i suoi compagni di squadra austriaci (Rienfried Herbst, argento, e Rainer Schönfelder, bronzo), ma anche il marchio italiano che veste le Nazionali di sci austriaca, francese, russa, bulgara e greca.

Tutti e tre hanno conquistato le loro medaglie e la massima gloria dello sport vestendo la stessa tuta da gara prodotta da AnziBesson. Dieci giorni prima, nella discesa olimpica, la vittoria era andata a Antoine Deneriaz, equipaggiato con tuta da gara Besson. È stato come se, in quelle giornate delle splendide Olimpiadi italiane, tanti anni di lavoro, di ricerca, di sperimentazione e di perfezionamento venissero adeguatamente premiati in un colpo solo. E che colpo!

Tutti e tre hanno conquistato le loro medaglie e la massima gloria dello sport vestendo la stessa tuta da gara prodotta da AnziBesson. Dieci giorni prima, nella discesa olimpica, la vittoria era andata a Antoine Deneriaz, equipaggiato con tuta da gara Besson. È stato come se, in quelle giornate delle splendide Olimpiadi italiane, tanti anni di lavoro, di ricerca, di sperimentazione e di perfezionamento venissero adeguatamente premiati in un colpo solo. E che colpo!

  • PALMARÈS

  • Olimpiadi 0 3 1
    Mondiali 2 3 2

ABBIGLIAMENTO PER LE OLIMPIADI 2006

Le linee di abbigliamento per l’inverno 2006/07 hanno le caratteristiche tecniche che le hanno rese famose per garantire il massimo della performance, della protezione e del comfort.
Per le Olimpiadi invernali di Torino 2006 Besson presentò una serie speciale di prodotti per lo sci e per il tempo libero. La filosofia vincente del brand viene confermata: combina il design più evoluto con la progettazione più sofisticata.

La giacca «Olympic Soft Shell» indossata da Benny Raich, derivava direttamente dal programma Warm-System, una gamma di prodotti progettati e brevettati per la ricognizione sulle piste, che si stava sempre più affermando come nuova evoluzione dell’abbigliamento skiwear. La Olympic Soft Shell venne realizzata in tessuto Hitex a 3 strati, impermeabile, traspirante e antivento.

La felpa «Olympic», indossata da Mario Matt, venne realizzata in tessuto Twintex, jersey di poliestere antibatterico, particolarmente adatto sia per l’attività sportiva che per il tempo libero, capace di favorire la traspirazione, mantenere il corpo asciutto e garantire la termoregolazione.

La giacca «Bomber Olympic», indossata da Hermann Maier, faceva parte della gamma di prodotti leasure, progettati per le attività après ski degli atleti. La Bomber Olympic venne realizzata in tessuto Twintex, tessuto a due strati, accoppiato con esterno in fleece antivento e interno in fleece lavorato ad orsetto.

Ambassador

L’altissima prestazione dei suoi materiali esclusivi, l’alta tecnologia e il design innovativo hanno permesso ad AnziBesson di sostenere performance estreme. Per questo, dal 1976 i migliori atleti e campioni hanno scelto e scelgono AnziBesson ogni giorno.

I brevetti

La sua alta competenza sul campo permette ad AnziBesson di progettare i migliori tessuti e le migliori membrane, in termini di idrorepellenza, traspirabilità, leggerezza ed elasticità. Prestazione, protezione e sicurezza sono gli obiettivi principali dell’azienda.

I nostri valori

Passione. Determinazione. Grinta.
Tre parole che racchiudono lo spirito competitivo dal quale è nato il brand. Quello spirito con il quale AnziBesson si approccia nello studio di alte tecnologie per proporre prodotti performanti e di stile.

I brevetti

La sua alta competenza sul campo permette ad AnziBesson di progettare i migliori tessuti e le migliori membrane, in termini di idrorepellenza, traspirabilità, leggerezza ed elasticità. Prestazione, protezione e sicurezza sono gli obiettivi principali dell’azienda.